Italian
Italian
Indice
    12 aprile 2021

    UltraWide o doppio monitor: un monitor può essere meglio di due?

    Hai bisogno di più spazio? Trova le soluzioni migliori per avere più spazio disponibile su schermo.


    Ci sono occasioni in cui il monitor sembra troppo piccolo, le cornici troppo invasive e il multitasking troppo stressante. Perché non avere tutto quello che ti serve a tutto schermo e sempre pronto all'uso, invece di dover navigare in un mare di finestre con il rischio costante di toccare l'icona sbagliata? C'è un modo per massimizzare lo spazio sulla tua scrivania e sul tuo desktop. Avrai sentito tanto parlare di monitor di grandi dimensioni, ma cos'ha di davvero interessante un grande formato? Potrebbe essere il riflesso di certe tendenze sociali, culturali o tecnologiche emerse negli ultimi anni e che stanno ancora avendo un grande impatto, in particolare il tempo sempre crescente che passiamo davanti agli schermi dei computer, per lavoro, studio o svago. Gli studi stimano che abbiamo trascorso in media almeno 13 ore al giorno davanti a uno schermo nel 2020[1], con un aumento di 44 minuti per i soli computer[2]. Abbiamo bisogno di un display, o più display, in grado di contenere tutto ciò che dobbiamo fare quotidianamente. Le dimensioni degli schermi sono aumentate, così come è cresciuta la loro rilevanza nelle nostre vite.

    Uno schermo più grande imita meglio il nostro campo visivo naturale, permettendoci di riempirlo con tutto ciò che dobbiamo fare, senza lasciare spazio a distrazioni o distorsioni, per un'immersione davvero totale. Con uno schermo più ampio è possibile visualizzare contemporaneamente più documenti, app e contenuti multimediali. Si possono svolgere facilmente più attività affiancate, senza la necessità di andare avanti e indietro o passare da un programma all'altro.

    Molti professionisti sicuramente sanno quanto sia più comodo avere tutte le applicazioni di cui hanno bisogno sempre davanti agli occhi, per controllare tutto a colpo d'occhio. Architetti, grafici, videomaker e impiegati nel settore finanziario hanno tutti bisogno di spazio per poter usare più app contemporaneamente, aumentando così la produttività. Anche gamer e streamer possono godere dei vantaggi di uno schermo di grandi dimensioni, portando il grado di immersione a nuovi livelli e facilitando l'interazione durante lo streaming.

    Questo spazio extra, ma essenziale, può essere ottenuto in vari modi: scopriamo quali.

    Come funziona: monitor UltraWide o doppio monitor

    La prima opzione è scegliere un monitor UltraWide, ovvero un display che offre un terzo di spazio in più in larghezza rispetto a un monitor widescreen "normale". Questo significa che, mentre un normale monitor ha un formato 16:9, un UltraWide ha un formato 21:9 o 32:9. Lo spazio aggiuntivo su schermo semplifica il lavoro permettendo di tenere aperte due (o più) finestre una accanto all'altra.

    La seconda opzione è una configurazione a doppio monitor, dove due monitor, collegati alo stesso computer, permettono di raddoppiare lo spazio di visualizzazione. Si possono seguire due approcci: utilizzare due cavi di segnale collegati al laptop o (se possibile) collegare in serie i monitor. Come?

    Innanzitutto, verificando quali porte sono disponibili sul computer e sui monitor da collegare, così da potersi procurare i cavi di segnale appropriati (suggeriamo porte video come HDMI o USB-C). Serviranno due cavi: uno per collegare il primo monitor alla prima porta del computer e un altro per collegare il secondo monitor a una seconda porta del computer. Sarà quindi necessario configurare la modalità di visualizzazione sui due monitor (duplicando o estendendo il display).


    Un'altra opzione è il collegamento in serie, che permette di collegare più monitor con una sola connessione. Questa è un'ottima soluzione se il tuo spazio di lavoro è limitato e hai bisogno di due o più monitor (professionisti o creativi apprezzeranno certamente i vantaggi di questo tipo di configurazione). Inoltre, un collegamento in serie con un solo cavo facilita la gestione dei cavi, semplificando la configurazione nel suo insieme. In sostanza, basta collegare il primo monitor al computer o laptop, tramite USB-C o DisplayLink, quindi collegare un cavo DisplayPort dall'uscita del primo monitor alla porta del secondo monitor. In questo modo si crea una sorta di catena di monitor interconnessi.

    Come scegliere tra queste opzioni? Ci sono diversi aspetti da considerare prima di configurare la tua nuova postazione.

    Esperienza visiva

    Con i monitor UltraWide, la visualizzazione è ininterrotta, senza bordi o spazi mancanti. Di solito offrono anche un'elevata risoluzione (da WQHD fino a 4K) e funzionalità quali il Picture By Picture, che divide lo schermo in due, mostrando due diverse sorgenti 16:9 affiancate. Potresti dare un'occhiata a modelli come l'AOC AG493UCX e l'AOC Q34E2A.


    L'AOC AG493UCX è un monitor curvo UltraWide da 49" (32:9) con frame rate di 120 Hz e Dual QHD (praticamente due monitor QHD da 27" in uno, grazie alla sua risoluzione di 5120x1440 pixel). Questo è un monitor che ti mette davvero al centro dell'azione, assicurando un'esperienza di gioco davvero coinvolgente, perfetta per giochi di corse o simulatori. Quando è ora di lavorare, si trasforma in una perfetta soluzione per ufficio, permettendoti di avere tutte le tue attività sempre a portata di sguardo. L'AOC Q34E2A è invece progettato specificamente per i professionisti, con connettività superiore, un pannello IPS da 34" senza cornice su tre lati e un formato 21:9.

    In alternativa, le configurazioni a doppio monitor offrono più ampie possibilità di visualizzazione: l'unico limite è lo spazio disponibile. Grafici, videomaker e architetti potrebbero effettivamente preferire l'impiego di più monitor: ad esempio, uno per disegnare su AutoCAD o AI, uno per tenere d'occhio anteprime o cronologia, oppure e-mail e chat. Possono posizionare i monitor dove desiderano, con l'inclinazione e l'orientamento che preferiscono (come possono testimoniare i programmatori software, può essere utile avere monitor orientati diversamente, magari uno in verticale e uno in orizzontale), avendo sempre tutto ben visibile e organizzato davanti a loro. Ad ogni attività il suo spazio, sempre in vista. Anche gli streamer possono trarre vantaggio da una configurazione a doppio monitor. Mentre danno vita all'azione su uno schermo (scelto appositamente per questo scopo), possono usare un altro schermo per leggere i commenti o come "sala di controllo" per monitorare l'intero live streaming.

    Un ottimo modello per configurazioni ottimizzate, efficienti e flessibili è l'AOC Q27P2Q, un display IPS da 27" che offre ampi angoli di visione, risoluzione QHD per una qualità superiore delle immagini e un design senza cornice che consente configurazioni multi-monitor senza rischiare di perdere il cursore o le finestre nell'abisso oscuro delle cornici.

    Efficienza e praticità

    Un secondo aspetto da considerare è il consumo di energia e quanto sia importante per te, le tue tasche e la tua vita. Un secondo aspetto da considerare è il consumo di energia e quanto sia importante per te, le tue tasche e la tua vita. Pensa a tutte le ore che dedicherai al lavoro, allo studio o allo svago davanti al tuo monitor: come dicevamo prima, il numero raggiungerà facilmente le due cifre. Questo può aiutarti a capire che tipo di produttività vuoi raggiungere e puoi permetterti, così da individuare più facilmente la soluzione giusta.

    La scelta di un singolo monitor è ovviamente più efficiente dal punto di vista energetico, perché basta alimentare un solo dispositivo, anche se di grandi dimensioni. D'altra parte, due monitor possono forse consumare di più, anche se molto dipende dai modelli e dall'utilizzo che ne fai, ma garantiscono anche una maggiore flessibilità durante il lavoro.

    Uno spazio di lavoro ordinato

    Un terzo aspetto fondamentale è l'ordine. Sei un maniaco dell'ordine? Cavi e disordine sulla scrivania ti mandano al manicomio, perché non puoi fare a meno di uno spazio pulito e organizzato in cui lavorare in pace? Perfettamente comprensibile. In questo caso, scegliere un monitor UltraWide potrebbe aiutarti a mantenere la tua postazione ordinata ed efficiente, con un solo cavo che va dal tuo PC al tuo laptop. Facile da collegare, ordinato da vedere. Ad esempio, l'AOC CU34P2A è una soluzione spaziosa ed elegante, che soddisfa elevati standard professionali grazie al suo pannello VA curvo (1500R) da 34" con risoluzione UWQHD (3440x1440). L'apertura integrata per la gestione dei cavi rende la scrivania più ordinata e meno ingombra.

    Le configurazioni a doppio monitor sono leggermente più disordinate, sebbene soluzioni di gestione dei cavi siano sempre più spesso una dotazione di serie nei display più recenti. Ad ogni modo, devi tenere presente che avrai bisogno di almeno un paio di cavi aggiuntivi, a meno che tu non scelga un modello dotato di USB-C, come l'AOC 27P2C, che semplifica la connettività garantendo al contempo una produttività confortevole e flessibile. Se la tua configurazione è sprovvista di questa tecnologia, dovrai gestire più cavi e questo renderà il raggiungimento dell'obiettivo più complicato, ma decisamente non impossibile.


    Ergonomia per una produttività confortevole

    Dopo ore trascorse davanti ai nostri schermi, abbiamo tutti imparato che l'ergonomia dovrebbe essere un aspetto irrinunciabile per le nostre postazioni, sia per il lavoro che per il tempo libero. Sono disponibili varie possibilità, in grado di soddisfare ogni specifica esigenza.

    I monitor UltraWide consentono in genere meno regolazioni, ma sono dotati di robusti supporti regolabili in altezza e talvolta inclinabili, per garantire un maggiore comfort per collo e spalle. Ad esempio, l'AOC CU34P2A è dotato di un supporto regolabile in altezza, inclinazione e rotazione, che ti aiuta a trovare la posizione più comoda per le tue lunghe ore di lavoro. L'AOC CU34G2X/BK è invece un'ottima scelta per i gamer, perché permette di alzare o abbassare lo schermo per adattarsi all'altezza e alle preferenze di seduta di ognuno.

    Le configurazioni a doppio monitor sono generalmente più personalizzabili, come abbiamo visto, e offrono più libertà. Richiedono più movimenti del collo, ma affaticano meno il polso per via dei minori passaggi da una finestra all'altra. Per un'esperienza visiva confortevole e un minore affaticamento della schiena, le prime cose da considerare sono cornici sottili e altezza regolabile. Ma non finisce qui.

    Il nostro consiglio è di dedicare un po' di tempo alla pianificazione: immagina come userai la tua postazione, quale monitor sarà quello principale e quanto utilizzerai ogni schermo. Se prevedi di utilizzarli entrambi allo stesso modo (50:50), ti suggeriamo di posizionare gli schermi il più vicini possibile davanti a te, in configurazione leggermente concava, a un braccio di distanza dalla tua testa. Ricorda di posizionare gli schermi in modo che il collo resti dritto, con una postura neutra. Se, invece, prevedi di utilizzare un monitor molto più dell'altro (ad esempio, un monitor principale per disegnare e un monitor secondario per le anteprime), assicurati di posizionare correttamente il monitor principale. Una volta posizionato, aggiungi quello secondario sul lato dell'occhio dominante, alla stessa altezza e distanza.

    Quindi...

    Quindi, qual è la soluzione giusta per te? Una ordinata, efficiente e ottimizzata con uno schermo UltraWide, o una più personalizzabile, con più display per ogni attività che devi tenere sotto controllo? Pianifica con saggezza, comprendi le tue reali esigenze, le tue preferenze di visualizzazione e ciò che ami veramente. AOC ha certamente la soluzione che fa al caso tuo!


    [1] Da "COVID-19: SCREEN TIME SPIKES TO OVER 13 HOURS PER DAY ACCORDING TO EYESAFE NIELSEN ESTIMATES", analisi del Nielsen Audience Report 2020 - https://eyesafe.com/covid-19-s...

    [2] Da "How much time do we spend looking at screens?" di VisionDirect - https://www.visiondirect.co.uk...

    AOC respects your data privacy

    Why cookies? Simply because they are used to help the website function, to improve your browser experience, to integrate with social media and to show relevant advertisements tailored to your interests. Click 'I accept' to accept cookies or read our cookie statement to learn how to turn off cookies.